Nel 2003 viene pubblicata la “Politica Integrata dei prodotti, sviluppare il concetto il ciclo di vita ambientale”. Obiettivo: conciliare il miglioramento del benessere e degli stili di vita

Argomenti in primo piano:

  1. I CRITERI AMBIENTALI MINIMI NEL PIANO DI AZIONE NAZIONALE
  2. COME VENGONO INDIVIDUATI I CRITERI AMBIENTALI MINIMI

I CRITERI AMBIENTALI MINIMI NEL PIANO DI AZIONE NAZIONALE

Nel 2003 viene pubblicata la “Politica Integrata dei prodotti, sviluppare il concetto il ciclo di vita ambientale”. l documento propone di andare oltre le politiche ambientali concentrate sulle fonti di emissioni puntuali (grande industria, energia, …) per andare verso l’analisi del ciclo vita del prodotto (LCA) e l’Economia Circolare. L’obiettivo del IPP è conciliare il miglioramento del benessere e degli stili di vita, che spesso sono direttamente influenzati dai prodotti, con la tutela dell’ambiente.

Si avviano le discussioni per approfondire il concetto di “Criteri Minimi Ambientali” nel 2013 con la redazione del Piano di Azione Nazionale (PAN GPP). Nel PAN GPP DM 10 aprile del 2013 viene fornito un quadro generale sul Green Public Procurement, vengono definiti gli obiettivi nazionali ed infine, si identificano le categorie ed i beni e servizi su cui definire i “Criteri Ambientali Minimi” (CAM).

COME VENGONO INDIVIDUATI I CRITERI AMBIENTALI MINIMI

Ad oggi, i Criteri Ambientali Minimi sono individuati partendo da un’analisi di mercato del settore interessato e attingendo ad un’ampia gamma di requisiti, tra i quali quelli proposti dalla Commissione europea nel toolkit europeo GPP o quelli in vigore relativi alle etichette di qualità ecologica quali definite da norme e regolamenti.

Per la loro definizione si attinge anche dalle normative che impongono determinati standard ambientali, nonché dalle indicazioni che provengono dalle parti interessate, sia delle imprese e delle associazioni di categoria, che dei consumatori e utenti, nonché della stessa Pubblica Amministrazione.

Oltre alla valorizzazione della qualità ambientale e al rispetto dei criteri sociali, l’applicazione dei Criteri Ambientali Minimi risponde anche all’esigenza di razionalizzare i propri consumi energetici.

Seaside Academy

Vuoi saperne di più sui nostri corsi?

Contattaci!

La nostra offerta è rivolta a professionisti e aziende interessati ai temi di Energy Management, Health & Safety e Sostenibilità aziendale.

Tags